Il capo del FMI avverte di una ‘ripresa a due binari’ in Africa

Il capo del FMI avverte di una ‘ripresa a due binari’ in Africa

Avvertendo che il continente deve affrontare una crescita più lenta, livelli di debito in aumento e carenza di vaccini COVID-19, il direttore generale del FMI Kristalina Georgieva mercoledì ha fatto appello a più aiuti ai paesi africani per aiutarli a rimbalzare dalla pandemia.

“L’Africa si trova ora di fronte al tasso di crescita più veloce al mondo di nuovi casi di COVID, con una traiettoria esponenziale ancora più allarmante che durante la seconda ondata di gennaio”, ha detto in un discorso alla riunione annuale della Banca Africana di Sviluppo.

“È una tragedia umana – e una calamità economica”.

Mentre l’economia globale dovrebbe crescere del sei per cento quest’anno, il prestatore di crisi di Washington prevede che l’Africa vedrà solo un’espansione del 3,2 per cento, escludendo la Libia, ricca di petrolio.

E mentre i paesi ricchi stanno distribuendo i vaccini COVID-19 a gran parte della loro popolazione, Georgieva ha detto che solo lo 0,6% della popolazione adulta dell’Africa è stata completamente vaccinata.

“I segnali d’allarme sono chiari: una pandemia a due binari sta portando ad una ripresa a due binari. L’Africa sta già rimanendo indietro in termini di prospettive di crescita”, ha detto.

Molti paesi dell’Africa sub-sahariana avevano alti livelli di debito prima della pandemia, e sono aumentati bruscamente dall’arrivo di COVID-19, ha detto Georgieva, salendo “più di sei punti percentuali al 58% del PIL, il loro livello più alto in quasi due decenni”.

Nel complesso la regione spendeva il 20 per cento delle sue entrate fiscali in interessi, mentre per alcuni paesi l’onere era addirittura un terzo delle loro entrate, ha detto.

Nel Nord Africa il debito è aumentato di circa 12 punti percentuali fino all’88% del PIL.
Il FMI ha proposto un piano da 50 miliardi di dollari per vaccinare il 40 per cento della popolazione mondiale entro la fine dell’anno e il 60 per cento entro la fine del 2022, che secondo Georgieva “sarebbe un cambio di gioco per l’Africa”.

Ha anche salutato gli accordi globali per sospendere i pagamenti del debito dei paesi poveri, tra cui Somalia e Sudan, per i quali il FMI dice di aver ricevuto abbastanza impegni finanziari internazionali per dare sollievo.
“Chiaramente, il modo migliore per affrontare il debito è che le economie crescano”, ha detto la Georgieva.

Ha anche chiesto che i paesi e le istituzioni finanziarie internazionali diano seguito ad una recente promessa di investire almeno 80 miliardi di dollari nel settore privato africano nei prossimi cinque anni.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa del Sud

La Germania guarda al modello Cina in Africa, un esempio da seguire

In Sudafrica il presidente cinese ha annunciato 60 miliardi di dollari di nuovi investimenti in Africa nel corso dei prossimi tre anni nel quadro del FOCAC, il Forum sulla cooperazione Cina-Africa, forum

Kenya

2015, un anno eccezionale per gli investimenti diretti in Kenya

Anche senza i dati di dicembre, è già chiaro che il Kenya ha goduto di un forte aumento degli investimenti diretti nel 2015 rispetto al 2014. Greenfield investment monitor fDi

Africa Occidentale

Digital Yuan, il futuro della cryptovaluta in Africa

C’è un crescente disagio a Washington che il lancio del mese scorso di un nuovo yuan digitale cinese minaccia la preminenza del dollaro come valuta di riserva del mondo. Domande