Lagos supera Nairobi come principale hub di startup in Africa

Lagos supera Nairobi come principale hub di startup in Africa

La capitale commerciale della Nigeria, Lagos, ha superato Nairobi, in Kenya, per diventare il primo ecosistema di startup dell’Africa.

Secondo il Global Startup Ecosystem Index 2021, rilasciato da StartupBlink, Lagos si è sostituita a Nairobi come top startup hub del continente.

“La città nigeriana di Lagos è diventata il primo ecosistema africano di startup, classificato al 122° posto dopo aver sostituito Nairobi, Kenya, che ora è al 136° posto”, ha detto il rapporto.

Lagos è anche classificata tra le prime 50 città al mondo per l’e-commerce e la tecnologia di vendita al dettaglio e tra le prime 100 al mondo sia per la tecnologia dei trasporti che per la tecnologia dell’istruzione, dice il rapporto.
Ibadan, capitale dello stato di Oyo, ha visto un massiccio aumento nella classifica, saltando 601 posti al 353° posto a livello mondiale e al secondo posto in Nigeria, superando la capitale nigeriana Abuja.

La capitale della nazione, classificata terza a livello nazionale, è scesa di 12 punti al 466° posto, mentre Port Harcourt è scesa di 6 punti al 906°.

Il rapporto ha detto che la più recente città nigeriana nella classifica, Enugu, è 978a a livello globale e 5a a livello nazionale.

Benin City è aumentata di nove posizioni fino al 979° posto, mentre Kano è saltata di 14 posizioni fino al 981° posto.
In totale, la Nigeria ha sette città nella top 1000 globale e continua ad avere il più alto numero di città classificate di qualsiasi nazione africana.

Indice Il Global Startup Ecosystem Index è costruito utilizzando punti di dati elaborati da un algoritmo che prende in considerazione diverse decine di parametri tra cui il numero di startup, la dimensione del mercato interno, la facilità di fare affari, tra gli altri.

Il rapporto ha detto che i primi 5 paesi hanno tutti mantenuto il loro rango dall’anno scorso, anche se ci sono diversi cambiamenti profondi.

Gli Stati Uniti mantengono un vantaggio considerevole sul Regno Unito, secondo classificato, dal momento che l’effetto della Brexit ha definitivamente prodotto effetti.

Sostenuta dal suo massiccio mercato dei consumatori e da più di 500 startup attive, una delle più grandi in Africa, la Nigeria ha visto un notevole aumento, saltando 5 posti per classificarsi ora al 63° posto a livello globale.
Tuttavia, la nazione rimane ancora terza in Africa dietro il Sudafrica e il Kenya.

Prospettive regionali La zona del Medio Oriente e dell’Africa ha visto uno sviluppo molto positivo nelle classifiche di quest’anno. La regione ha un totale di 74 ecosistemi di startup rappresentati nella classifica globale delle prime 1.000 città, rispetto alle 55 dell’anno precedente.

Anche se il numero di città classificate nella top 100 globale è rimasto stabile, la rappresentazione della regione tra le città classificate 101-200 è aumentata da 6 l’anno scorso a 8 quest’anno, dimostrando che gli ecosistemi in questa regione continuano a svilupparsi.

Il Nord America non produce più il maggior numero di ecosistemi classificati a livello globale, dato che la regione europea ha ora il maggior numero di città con 386 città, mentre il Nord America ha un totale di 297 startup nella top 1.000 globale.

L’Africa occidentale ha avuto un buon anno, secondo il rapporto, e tutti i paesi classificati (Nigeria, Ghana e Capo Verde) hanno migliorato le loro classifiche. L’Africa orientale è cresciuta da 4 a 6 nazioni nella top 100 globale, mentre l’Africa settentrionale ha mantenuto i suoi tre rappresentanti. Due delle tre nazioni del Nord Africa, Tunisia e Marocco, sono tuttavia scese di posizione.

L’Africa meridionale ha avuto un buon anno, con il Sudafrica che è entrato nella top 50 globale e la Namibia che è entrata nella classifica.

L’Africa centrale non è ancora rappresentata nella classifica.

Il rapporto ha aggiunto che le sfide come la mancanza di opzioni di finanziamento, l’imprevedibilità delle decisioni normative e la mancanza di infrastrutture per internet a banda larga, sono comuni in Nigeria.

Ha esortato il governo a sviluppare e rafforzare i programmi di imprenditorialità esistenti e la legislazione che sosterrebbe l’imprenditorialità.

Le startup degne di nota che hanno aiutato la crescita della Nigeria nell’indice includono Flutterwave, VerifyMe e Mono.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Economia

Africa – Le 5 app che stanno cambiando l’Africa

Il continente Africano sta beneficiando della tecnologia, portando innovazione e beneficio dove fino pochi anni fa si riteneva impensabile. Questo dimostra ancora una volta che vi sono ampi margini per

Kenya

L’Uganda cerca di porre fine al monopolio sulla rotta keniota per il trasporto di carburante

L’Uganda sta esplorando le opzioni per ridurre la dipendenza dal Kenya per le importazioni di petrolio rilanciando le spedizioni attraverso la Tanzania, una mossa che potenzialmente mette in pericolo gli

Africa Sub Sahariana

Africa, la fiorente Internet Economy ha bisogno di sviluppatori

L’Africa è sulla buona strada per aggiungere 180 miliardi di dollari o il 5,2% del PIL aggregato entro il 2025 grazie alla rapida crescita della sua economia di internet, afferma