Mozambico, il governo prevede di vendere una partecipazione di maggioranza nella centrale di Mphanda Nkuwa

Mozambico, il governo prevede di vendere una partecipazione di maggioranza nella centrale di Mphanda Nkuwa

Il Mozambico prevede di vendere una quota di maggioranza della prevista diga idroelettrica Mphanda Nkuwa da 2,4 miliardi di dollari, che sarà una delle più grandi dell’Africa meridionale, secondo Carlos Yum, il direttore responsabile del progetto.

Il governo pubblicherà una richiesta di proposte quest’anno, e ci vorranno fino a quattro mesi per selezionare il vincitore e altre sei settimane per negoziare l’accordo di sviluppo congiunto, ha detto Yum in un’intervista del 15 giugno a Maputo, la capitale. L’obiettivo è quello di raggiungere la chiusura finanziaria entro il 2024 sulla struttura da 1.500 megawatt e una linea di trasmissione associata che potrebbe aumentare il costo totale del progetto fino a 4,4 miliardi di dollari, ha detto.

Mphanda Nkuwa sarà circa 60 chilometri (37 miglia) a valle del fiume Zambesi dalla diga idroelettrica Cahora Bassa che ha la capacità di generare 2.075 megawatt di potenza. Il Mozambico vende la maggior parte dell’elettricità di quella diga al vicino Sudafrica, dove ci sono state carenze per più di un decennio.

Oltre all’esportazione di energia, il nuovo progetto venderà elettricità ai mozambicani, ha detto Yum. Circa un terzo dei mozambicani ha accesso all’energia elettrica, e il presidente Filipe Nyusi prevede di aumentare questa percentuale al 100% entro la fine del decennio.

La diga sarà l’ultimo progetto energetico multimiliardario del Mozambico. TotalEnergies SE sta sviluppando un piano da 20 miliardi di dollari per esportare gas naturale liquefatto dalle riserve sottomarine nell’estremo nord del paese, anche se il progetto si è bloccato quest’anno a causa di un’insurrezione legata allo Stato Islamico. La violenza si trova a quasi 1.000 chilometri di distanza dal sito previsto di Mphanda Nkuwa.

La struttura azionaria per il nuovo progetto includerà la Hidroelectrica de Cahora Bassa, controllata dallo stato, che possiede l’impianto idroelettrico esistente a monte, e la società elettrica Electricidade de Moçambique EP. Mentre la vendita di una quota di maggioranza nella nuova diga raccoglierà parte del finanziamento, il governo cercherà anche finanziamenti da finanziatori multilaterali e bilaterali, così come da banche commerciali, ha detto Yum.
Il nuovo investitore dovrebbe già possedere e gestire progetti simili di dimensioni comparabili, ha detto.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 568 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Politica

La Svizzera vuole introdurre la “Pax helvetica” in Africa

In qualità di depositario delle Convenzioni di Ginevra, la Confederazione Svizzera sente di avere una missione: promuovere la pace nel mondo offrendo con discrezione i suoi buoni uffici. Il 6

Politica

Mozambico, presto un intervento armato della SADAC

La Comunità per lo Sviluppo dell’Africa Meridionale (SADC) è pronta ad intervenire militarmente al fianco del governo mozambicano per fermare l’emergente insurrezione islamista mortale nella provincia di Cabo Delgado, nel

Energia

Mozambico: Total sospende temporaneamente il progetto GNL a causa della sicurezza

Il gigante energetico francese Total SE ha sospeso il suo progetto di gas naturale liquefatto da 20 miliardi di dollari in Mozambico a tempo indeterminato a causa di un’escalation di