Tanzania, La costruzione del progetto LNG  inizierà nel 2023

Tanzania, La costruzione del progetto LNG inizierà nel 2023

I lavori di costruzione del progetto di gas naturale liquefatto (LNG) da 30 miliardi di dollari in Tanzania inizieranno nel 2023. Il Ministro dell’Energia Medard Kalemani ha annunciato il progetto e ha detto che la data prevista segue la ripresa dei colloqui con aziende tra cui Equinor ASA. La costruzione dovrebbe durare circa cinque anni.

Il progetto miliardario di LNG in Tanzania è in discussione dal 2014. Tuttavia si è arenato per più di un anno sotto l’amministrazione dell’ex presidente, il defunto John Pombe Magufuli, che ha dato la priorità al progetto East Africa Crude Oil Pipeline.

Ripresa dei negoziati
La presidente Suluhu ha quindi preso il comando e ha incaricato la sua amministrazione di accelerare gli investimenti in arretrato sul progetto. Ha ordinato la ripresa dei negoziati con le aziende a maggio, circa quattro mesi dopo la decisione di Equinor di registrare una svalutazione di 982 milioni di dollari sul progetto in seguito al mancato accordo sui termini fiscali e commerciali con la Tanzania.

“Ci aspettiamo di concludere le trattative per un accordo governativo e la revisione degli accordi di condivisione della produzione entro giugno del prossimo anno. Il processo di compensazione è stato finalizzato per spianare la strada al progetto”, ha detto Kalemani.

Il paese prevede che il gas dei blocchi 1 e 4 gestiti da Shell e del blocco 2 di Equinor venga convogliato da pozzi sottomarini in acque profonde a due o tre treni di liquefazione a Lindi. Questi blocchi ospitano circa 35 trilioni di piedi cubici di gas recuperabile, divisi equamente tra le attività dei due operatori.

“Nel frattempo sono in corso discussioni su un altro impianto LNG che comporterà la costruzione di un impianto a due treni sulla terraferma che esporterà il gas dal paese. Altri partner del progetto sono Royal Dutch Shell Plc, Exxon Mobil Corp., Sophi Energy Ltd. e Pavilion Energy Pte Ltd. Il governo sta anche sviluppando una rete di gasdotti per collegare e distribuire il gas a più di 10.000 case e fabbriche a Dar es Salaam”, ha detto Kalemani.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Congo DRC, parte l’investimento nella centrale di Busanga

Sinohydro Corp. e China Railway Group Ltd. hanno accettato di finanziare una centrale idroelettrica da 240 megawatt, dal costo di 660 milioni nella Repubblica Democratica del Congo, nella provincia di

Tanzania

Tanzania: Tanesco fornisce 70 MW per la prima fase della rete ferroviaria

Negli ultimi anni, la Tanzania ha iniziato ad aumentare la sua potenza elettrica. Questa ambiziosa strategia mira a fornire un accesso universale a tutti i suoi cittadini, ma anche a

Cameroon

CAMEROON-CONGO: verso la ripresa del progetto idroelettrico da 600 MW sul fiume Dja/Ngoko

Le autorità camerunesi e congolesi hanno espresso il desiderio di far rivivere il progetto idroelettrico di Chollet, rimasto nei cassetti per quasi un decennio. Con una capacità prevista di 600