TANZANIA: 140 milioni di dollari per la centrale idroelettrica di Malagarasi

TANZANIA: 140 milioni di dollari per la centrale idroelettrica di Malagarasi

L’accordo di finanziamento di 140 milioni di dollari è stato firmato recentemente da Emmanuel M. Tutuba, il segretario permanente del Ministero delle Finanze e della Pianificazione della Tanzania, e Nnenna Nwabufo, il direttore generale dell’Ufficio per lo sviluppo regionale e la fornitura di servizi per l’Africa orientale del Gruppo Banca Africana per lo Sviluppo (AfDB). Per questo progetto di energia pulita, l’AfDB fornisce un prestito agevolato di 120 milioni di dollari.

L’altra parte del finanziamento, 20 milioni di dollari, è fornita dal Growing Together Africa Fund (GTAF). Si tratta di un fondo di co-finanziamento di 2 miliardi di dollari creato nel 2014 dall’AfDB e dalla People’s Bank of China (PBOC). Il finanziamento AfDB e AGTF è stato concesso a novembre 2020.

Il Progetto Idroelettrico Malagarasi sarà realizzato nei distretti di Uvinza e Kigoma, Regione di Kigoma, Tanzania occidentale.

Elettrificazione dei villaggi a Kigoma
Il progetto prevede la costruzione di una centrale elettrica run-of-river. L’impianto sfrutterà le cascate Igamba sul fiume Malagarasi. Secondo lo Studio Pietrangeli, che ha fornito i servizi di ingegneria per la preparazione e la realizzazione della futura centrale elettrica, il progetto include uno sbarramento a gravità di circa 600 m di lunghezza che devia i flussi verso il corso d’acqua. Il sistema di vie d’acqua include un canale sotterraneo, lungo circa 1 km, che porta gli scarichi a brevi condotte forzate, attraverso una condotta di forza esterna e poi alla centrale elettrica da 50 MW costruita sulla riva destra del fiume.

Il progetto include anche la costruzione di circa 53 km di linea di trasmissione aerea 132kV tra la centrale idroelettrica di Malagarasi e la sottostazione 400/132/33kV Kidahwe a Kigoma. Secondo l’AfDB, questo progetto è una delle priorità della Tanzania nell’ambito del suo secondo piano di sviluppo quinquennale e farà anche avanzare gli obiettivi della Vision 2025 del paese.

Il finanziamento approvato dal governo tanzaniano permetterà anche “4.250 collegamenti alla rete nelle zone rurali, fornendo energia rinnovabile affidabile a famiglie, scuole, cliniche e piccole e medie imprese nella regione di Kigoma”, spiega l’istituzione finanziaria con sede ad Abidjan, Costa d’Avorio. L’impianto richiederà un investimento totale di 144,14 milioni di dollari. Il governo tanzaniano pagherà il conto con 4,14 milioni di dollari.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Orientale

Brexit, le conseguenze per la East African Community

Le economie dell’Africa orientale stanno valutando le conseguenze del voto della Gran Bretagna la scorsa settimana per lasciare l’Unione europea. Le banche centrali hanno dichiarato che devono monitorare l’impatto immediato del

Energia

Nigera: Le sfide per costruire la più grande raffineria dell’Africa

Abuja e Lagos – La pandemia COVID-19 ha colpito il completamento della raffineria di Dangote e ha paralizzato un segmento critico del progetto ferroviario da Ebute-Metta ad Apapa del percorso

Energia

Nigeria: verso la gestione in concessione della diga di Zunghero (7000Mw)

La Nigeria, che si è posta l’obiettivo di migliorare la fornitura di elettricità, intende affidarsi al settore privato a questo scopo, in particolare attraverso la concessione di alcune delle sue