Mozambico: Total sospende temporaneamente il progetto GNL a causa della sicurezza

Mozambico: Total sospende temporaneamente il progetto GNL a causa della sicurezza

Il gigante energetico francese Total SE ha sospeso il suo progetto di gas naturale liquefatto da 20 miliardi di dollari in Mozambico a tempo indeterminato a causa di un’escalation di violenza nella zona, compreso un attacco di marzo da parte di militanti legati allo Stato Islamico.

La decisione è un duro colpo per Total, che ha acquistato una quota operativa nel progetto per 3,9 miliardi di dollari nel 2019, sperando di iniziare a esportare il carburante super refrigerato entro la fine del 2024. La prima fase del progetto è progettata per produrre oltre 13 milioni di tonnellate di GNL all’anno.

Total ha ripreso i lavori sul progetto il mese scorso, dopo che erano stati bloccati da gennaio a causa delle minacce alla sicurezza, quando più di 100 ribelli hanno fatto irruzione nella città di Palma, vicino al sito. Decine di persone sono morte, milioni di dollari di beni sono stati danneggiati e la compagnia ha immediatamente congelato i piani per riprendere il progetto.

Il peggioramento della situazione della sicurezza è anche una grande battuta d’arresto per il Mozambico, che sta affrontando un crescente numero di morti e centinaia di migliaia di persone sfollate. Le esportazioni del carburante potrebbero aiutare a trasformare l’economia di una delle nazioni più povere del mondo.

La nuova violenza nel nord della provincia di Cabo Delgado “porta Total, come operatore del progetto Mozambique LNG, a dichiarare la forza maggiore”, ha detto la società in una dichiarazione di lunedì. Questo è “l’unico modo per proteggere al meglio l’interesse del progetto, fino a quando il lavoro può riprendere”. Il finanziamento del progetto rimane in vigore e “Mozambique LNG ha concordato con i prestatori di mettere temporaneamente in pausa il prelievo del debito”, ha detto Total.

La forza maggiore dà a Total “un ampio respiro” con le società di costruzione e gli acquirenti del gas, mentre aumenta la pressione sul governo mozambicano per risolvere la situazione della sicurezza, ha detto Darias Jonker, direttore dell’Africa presso Eurasia Group. Questo richiederà l’impegno della comunità e le risorse di intelligence per rimuovere l’insurrezione, ha detto. “Nel complesso, la traiettoria verso il basso della situazione continua”.

La forza maggiore è una disposizione che permette alle parti di sospendere o terminare i contratti a causa di eventi che sono fuori dal loro controllo, come guerre o disastri naturali.

Contratti sospesi I contratti per le attività del sito sono stati temporaneamente sospesi, compreso quello della CCS JV, una joint venture tra McDermott International Ltd., Saipem SpA e Chiyoda Corp. Carlos Zacarias, presidente del National Petroleum Institute del Mozambico, ha detto in una conferenza stampa a Maputo. Alcuni degli accordi potrebbero essere terminati a seconda del ritardo dei lavori.

Il progetto ha guadagnato slancio quando Total ha acquisito la quota dell’operatore Anadarko Petroleum Corp. due anni fa. La compagnia stava facendo progressi nella costruzione iniziale, compreso un aeroporto con alloggi per i lavoratori. Contemporaneamente un’insurrezione stava crescendo nella provincia di Cabo Delgado.

Lo stato mozambicano sperava di raccogliere quasi 100 miliardi di dollari di entrate in 25 anni dai progetti LNG. I ritardi precedenti hanno già indotto il Fondo Monetario Internazionale a ridimensionare le sue previsioni di crescita economica per la nazione.

I rendimenti dei 900 milioni di dollari di Eurobond del Mozambico dovuti al 2031 sono aumentati di cinque punti base lunedì al 10,47%, ampliando il premio per il rischio sovrano del paese rispetto ai Treasuries statunitensi di sette punti base.

Inizio della produzione Mozambique LNG aveva completato quasi 16 miliardi di dollari di finanziamento entro il luglio dello scorso anno, coinvolgendo diverse banche, nonostante un rallentamento degli investimenti energetici, mentre il coronavirus colpiva l’economia globale.

Sono in corso studi per determinare una nuova tempistica per la produzione di gas, ha detto Zacarias.
La violenza ha lasciato almeno 2.780 morti, secondo il sito web di Cabo Ligado, che segue il conflitto. Ha anche provocato più di 700.000 sfollati. Mentre il governo si è impegnato a ristabilire la pace, gli attacchi si sono avvicinati al sito, provocando l’evacuazione dei lavoratori.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Occidentale

Rinnovabili, L’integrazione fra Idroelettrico, Solare e Eolico in Africa

Le centrali idroelettriche possono supportare l’energia solare ed eolica, decisamente imprevedibile per natura, in modo ecocompatibile. Un nuovo studio della rivista scientifica Nature Sustainability ha ora mappato il potenziale di

Cameroon

Camerun: Annunciata la diga di Grand Eweng da 3 miliardi di dollari

Il Camerun costruirà una centrale idroelettrica da 3 miliardi di dollari nell’ambito di un ambizioso piano per rendere la nazione dell’Africa centrale un esportatore di energia elettrica entro il 2035.

Mozambico

Mozambico, stanziati 15 miliardi di dollari per il progetto LNG

La banca africana per le imprese e gli investimenti RMB ha annunciato che un nuovo impianto di gas naturale liquefatto (GNL) in Mozambico dovrebbe ricevere 15 miliardi di dollari di