Nigeria: verso la gestione in concessione della diga di Zunghero (7000Mw)

Nigeria: verso la gestione in concessione della diga di Zunghero (7000Mw)

La Nigeria, che si è posta l’obiettivo di migliorare la fornitura di elettricità, intende affidarsi al settore privato a questo scopo, in particolare attraverso la concessione di alcune delle sue centrali elettriche.

In Nigeria, il Bureau of Public Enterprises (BPE) sta progettando di mettere in concessione la centrale idroelettrica di Zungeru da 700 MW entro la fine dell’anno. L’infrastruttura attualmente in costruzione è completa all’87% e sarà terminata entro la fine dell’anno. Con un costo stimato di 1,29 miliardi di dollari, è costruito da un consorzio di CNEEC e Sinohydro.

Il BPE ha quindi lanciato un invito a presentare manifestazioni d’interesse per la selezione di un consulente che sarà responsabile della preparazione della transazione della concessione. Questo comprenderà la valutazione delle condizioni della centrale e la determinazione dei lavori preparatori necessari per la concessione. Inoltre, lo studio condurrà uno studio delle leggi, dei regolamenti e delle politiche che possono influenzare la transazione. Svilupperà anche piani dettagliati di concessione basati sui criteri predeterminati dal Consiglio Nazionale per la Privatizzazione (NCP). Eseguirà anche vari studi di mercato e procedure di offerte competitive necessarie per la massima partecipazione del settore privato al processo.

Le società di consulenza ammissibili per questa attività devono avere almeno 10 anni di esperienza nella conduzione di tali processi nei paesi in via di sviluppo. Dovranno anche fornire la prova del completamento con successo di un processo di concessione di infrastrutture su larga scala, così come la prova della stabilità finanziaria.

La messa in funzione di questo impianto aumenterà la capacità disponibile del paese a 7.700 MW. Resta da vedere se l’infrastruttura per la trasmissione sarà disponibile in tempo per evitare un ulteriore sovraccarico della rete, che può gestire solo 5.000 MW.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 781 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Politica

Può l’Europa sfidare la Cina in Africa?

Quando il premier cinese Xi Jinping ha svelato il suo piano da 60 miliardi di dollari per l’Africa al recente vertice Cina-Africa ha sottolineato quanto sia diventata forte la relazione di Pechino

Energia

La sete di petrolio dell’Europa risveglia gli interessi in Africa

La sete di petrolio e gas naturale dell’Europa sta ravvivando gli interessi nei progetti energetici africani. Mentre l’Europa si affanna a sostituire le forniture russe sanzionate, i progetti che erano

Africa del Sud

Moratti, Sace e Fondazione E4Impact: Investire Nelle Filiere Agro-Industriali In Africa

Nel nuovo contesto di sviluppo degli interscambi tra Italia e Paesi africani, favorito dalle recenti missioni governative nel continente africano, si è tenuto a Lodi un incontro per verificare come