L’Uganda e l’Egitto siglano un accordo di sicurezza sotto la pressione della diga del Nilo

L’Uganda e l’Egitto siglano un accordo di sicurezza sotto la pressione della diga del Nilo

Il ministero della difesa dell’Uganda ha detto giovedì di aver firmato un accordo di condivisione dell’intelligence con le sue controparti egiziane, rafforzando i legami di sicurezza di fronte alle tensioni regionali per la costruzione di una imponente diga idroelettrica sul Nilo.

L’accordo faciliterà lo scambio regolare di informazioni tra le agenzie di sicurezza sulle minacce transnazionali come il terrorismo, ha detto all’AFP il vice portavoce del ministero della difesa dell’Uganda, Deo Akiiki.
Ha detto che la cerimonia della firma a Kampala ha fatto seguito ad un incontro tra i funzionari di intelligence ugandesi ed egiziani al Cairo nel mese di dicembre.

Una dichiarazione separata rilasciata dall’Uganda People’s Defence Force (UPDF) ha detto che il capo della delegazione egiziana, il maggior generale Sameh Saber El-Degwi, ha sottolineato gli interessi di sicurezza condivisi tra le loro nazioni in un discorso ad una cena ufficiale.

” Visto che l’Uganda e l’Egitto condividono il Nilo, la cooperazione tra i due paesi è inevitabile, perché ciò che colpisce gli ugandesi in un modo o nell’altro influenzerà l’Egitto”, ha detto.

L’accordo arriva mentre l’Egitto e il Sudan si oppongono ferocemente alla realizzazione da parte dell’Etiopia della Grand Ethiopian Renaissance Dam (GERD) sul Nilo Azzurro, un affluente principale del fiume più lungo del mondo.
Il GERD, il più grande progetto idroelettrico dell’Africa, è visto da entrambi i paesi a valle come una grave minaccia al loro approvvigionamento idrico.

L’Etiopia dice che l’energia prodotta dal GERD sarà vitale per soddisfare le esigenze dei suoi 110 milioni di abitanti, e ha affermato che continuerà con la seconda fase di riempimento del serbatoio della diga come previsto durante la prossima stagione delle piogge.

Addis Abeba ha annunciato lo scorso luglio di aver raggiunto il suo obiettivo di riempimento del primo anno, facendo infuriare Egitto e Sudan e accelerando gli sforzi diplomatici per allentare le tensioni decennali sulla condivisione delle acque del Nilo.

Ripetuti sforzi di mediazione non sono riusciti a risolvere l’aspra disputa, con l’ultimo giro di colloqui di questo mese a Kinshasa che si è concluso con il lancio di accuse e pochi progressi.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Kenya

Il Kenia chiede ai finanziatori internazionali la cancellazione del debito estero

Il Tesoro cercherà di spingere i paesi ricchi e i finanziatori multilaterali come la Banca Mondiale a cancellare parte del debito pubblico del Kenya, considerando le preoccupazioni per l’onere di

Politica

Uganda, al via la settimana per l’Italia

“Sono fiero dell’azione italiana in Uganda. Oltre alla storica cooperazione sanitaria, che ha portato alla fondazione di diversi ospedali nonche’ alla fornitura di cure ed expertise, esiste in generale un’ottima

Africa Centrale

Africa, il miracolo della crescita dell’Agricoltura

La rivoluzione verde del dopoguerra che ha trasformato l’Asia sembrava aver bypassato l’Africa. Ma tra il 2000 e il 2014 la produzione di grano è triplicata in paesi come l’Etiopia,