Angola: Eni scopre un grande giacimento di petrolio leggero offshore

Angola: Eni scopre un grande giacimento di petrolio leggero offshore

In Angola, il produttore italiano di idrocarburi Eni ha segnalato la scoperta di un deposito di petrolio leggero stimato tra 200 e 250 milioni di barili. Questo è stato fatto durante la perforazione del pozzo Cuica-1 NFW, situato all’interno dell’area di sviluppo East Hub, sul profondo blocco offshore 15/06.

Secondo le informazioni post-perforazione fornite dall’azienda, il pozzo è stato perforato dalla piattaforma Libongos a una profondità verticale totale di 4.100 m e ha intersecato una colonna di 80 m in arenarie mioceniche con eccellenti proprietà petrofisiche.

Si stima che una volta in produzione, Cuica-1 NFW aggiungerà 10.000 barili al giorno alla produzione di Eni. La produzione dovrebbe iniziare tra sei mesi e la nuova scoperta beneficerà delle sinergie esistenti per il suo sviluppo.

La produzione sarà garantita dalla FPSO Armada Olombendo, che ha una capacità di stoccaggio di 1,7 milioni di barili.

Dopo le scoperte di Kalimba, Afoxé, Ndungu, Agidigbo, Agogo e le valutazioni completate tra il 2018 e il 2020, Cuica rappresenta la prima scoperta commerciale nel Blocco 15/06 dopo il rilancio della campagna esplorativa post-pandemia.

La joint venture Block 15/06 è composta da Eni (operatore con il 36,84%), Sonangol P&P (36,84%) e SSI Fifteen Limited (26,31%).

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 620 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Angola

L’Angola rilancia il settore siderurgico.

Tredici anni dopo un accordo di pace, un nuovo impianto di $ 300 milioni di dollari sta cominciando a convertire i rottami di quelli che furono micidiali armamenti in tondini

Energia

Uganda, Tanzania, finalizzato il nuovo oleodotto

Uganda ha dichiarato che i diritti di transito del suo petrolio greggio attraverso il nuovo oleodotto attraverso la Tanzania sarà limitato a $ 12,20 massimi al barile, anche se i due paesi  avevano

Angola

Angola: Eni investirà 7 miliardi di dollari nel settore energetico entro il 2025

Sulla scia della sua cooperazione con Sonangol, Eni viene in soccorso al settore petrolifero angolano che ha sofferto per anni di una significativa mancanza di investimenti, in particolare nell’esplorazione. Il