La portoghese Mota-Engil inizia i lavori per la ferrovia Nigeria-Niger

Martedì 9 febbraio, a Makira nello Stato di Katsina, il ministro nigeriano dei trasporti, Rotimi Amaechi, ha posato la prima pietra del cantiere della linea ferroviaria tra Kano e Maradi, nel centro-sud del Niger. Il completamento dei lavori è previsto per il 2023.

Il gigante portoghese delle costruzioni Mota-Engil è l’aggiudicatario di questo megaprogetto da 1,82 miliardi di dollari, che è stato assegnato il mese scorso con un contratto completo chiavi in mano (EPCF – Engineering, Procurement, Construction and Financing). Il finanziamento è stato strutturato e negoziato da KfW IPEX-Bank, Africa Finance Corporation e Credit Suisse, come consulenti finanziari di Mota-Engil. È il più grande contratto mai vinto dall’azienda.

Secondo il percorso, la linea di 284 km attraverserà gli stati di Kano, Jigawa e Katsina nel nord della Nigeria fino a Maradi nel Niger, mentre la sezione secondaria di 94 km collegherà Dutse (capitale dello stato di Jigawa) a Kano.
Come parte del contratto, Mota-Engil ha anche accettato di costruire un’università come parte della sua responsabilità sociale aziendale.

Una volta completata, questa linea a binario unico, che avrà 15 stazioni, sarà sulla strada per rendere la Nigeria un hub di import-export per il Niger. Il suo traffico giornaliero è previsto in 9.364 passeggeri e circa 3.000 tonnellate di merci. Si collegherà con la ferrovia SGR Kano-Lagos (in costruzione) che attraversa la Nigeria dal nord al porto di Lagos (sull’Oceano Atlantico).

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito