RDC: Tshisekedi si affida al premier Lukonde per una leadership senza intoppi

RDC: Tshisekedi si affida al premier Lukonde per una leadership senza intoppi

Dopo la sua nomina da parte del presidente Félix Tshisekedi il 15 febbraio, il primo ministro Jean-Michel Sama Lukonde ha iniziato il lavoro fondamentale di costituire il suo governo. Egli sa, tuttavia, che ora è la nuova vela del presidente Tshisekedi per condurre la sua barca fuori dalle acque rocciose della politica di coalizione.

Lukonde dovrà arrivare a finire la composizione del nuovo governo in vista dell’approvazione da parte dell’Assemblea Nazionale non appena inizierà la legislatura, il 15 marzo.

Il presidente Tshisekedi ha detto “ora il lavoro inizierà” dopo aver nominato Lukonde e il nuovo primo ministro ha detto che la sua priorità sarà affrontare l’insicurezza nell’est dove i massacri si verificano quasi quotidianamente, ma anche nell’Haut-Katanga nel sud che ha visto una serie di attacchi militanti.

Il primo ministro Lukonde ha specificato che la sua squadra sarà composta da “persone di buon carattere”.

Sa di essere stato scelto per essere il simbolo della rottura con il governo FCC-CACH, la coalizione tra Tshisekedi e il suo predecessore Joseph Kabila. La coalizione è crollata nel dicembre 2020.

Fino al giorno della sua nomina, Sama Lukonde era l’amministratore delegato di Gécamines, la più grande società mineraria pubblica della RDC.
Era membro del partito Avenir du Congo, e proviene dal campo di Moïse Katumbi, ex governatore del grande Katanga, prima di unirsi al campo di Tshisekedi nel 2018.

L’attrazione per Tshisekedi ha contagiato anche lo stesso Katumbi, visto che recentemente ha incontrato il presidente e ha discusso di politica di unità. L’ex governatore si è detto felice della scelta di Lukonde come premier.
Ampiamente accettato Dato il suo aspetto giovanile, il primo ministro Lukonde è stato anche accolto dalla maggioranza della classe politica. Anche il campo del primo ministro uscente Sylvestre Ilunga ha appoggiato Lukonde.

Patrick Nkanga, consigliere di Ilunga, e membro del partito di Kabila, il Partito Popolare per la Ricostruzione e la Democrazia (PPRD) ha detto: “Penso che Sama Lukonde abbia le risorse per il lavoro”.

“Speriamo che goda senza ostacoli della pienezza delle sue prerogative costituzionali e che non sia il capro espiatorio nei giorni difficili”, ha detto.
A 44 anni, Sama Lukonde avrà il compito gravoso di guidare gli affari pubblici, compresa l’organizzazione delle elezioni nel 2023, nel suo orizzonte.

Politicamente, è chiaro che il primo ministro lavorerà in condizioni migliori del suo predecessore. Il presidente Tshisekedi ha la maggioranza nell’Assemblea Nazionale e anche Sama Lukonde è del suo campo.

Scegliendo Lukonde, il presidente vuole a tutti i costi segnare una rottura simbolica con la vecchia classe politica, ritenuta corrotta e mal gestita.
Sembra anche che abbia scelto Lukonde per il suo basso peso politico e che, come primo ministro, non metterà in ombra il capo dello Stato.

Senza dubbio, il nuovo primo ministro potrebbe essere il partner di lavoro perfetto per il presidente Tshisekedi. Ex ministro dello Sport sotto Kabila, Lukonde ha lasciato il ministero nel 2015 a seguito di un disaccordo tra il suo partito politico e quello del presidente.

Il suo partito, vicino a Moïse Katumbi all’epoca, aveva scritto a Kabila chiedendogli di non correre per un terzo mandato. Questa lettera è stata la base di uno sconvolgimento politico.

D’altra parte, in termini di efficienza del governo, le prestazioni della squadra di Sama Lukonde possono essere maggiormente esaminate dalla presidenza. Le aspettative sociali sono tali che, in caso di fallimento, il malcontento scoppierà presto.

Il nuovo primo ministro ha detto giovedì di essere consapevole dell'”immensità del compito” che lo attende e conta sul sostegno della nazione per affrontare le numerose sfide dell’ora in un contesto segnato dalla pandemia Covid-19.

Figlio di Stéphane Lukonde Kyenge, figura emblematica della politica del Katanga assassinato nel 2001, Sama Lukonde è arrivato molto giovane nella politica della RD Congo. Nel 2003, due anni dopo l’assassinio di suo padre, Sama Lukonde è entrato nella politica attiva. È stato eletto tre anni dopo come deputato nazionale.

Si è laureato nel 1996 in Chimica Industriale presso l’Istituto Tecnico di Mutoshi a Kolwezi, (RDC meridionale), ha conseguito un’altra laurea nel 2000 in Informatica e Tecnologia dell’Informazione in Sudafrica e all’Università di Lubumbashi in Chimica (opzione inorganica e metallurgia) nel 2006.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 541 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Sub Sahariana

Cemento: il nuovo petrolio dell’Africa.

L’uomo più ricco dell’Africa, Aliko Dangote, sta cercando di diventare il leader del mercato del cemento, la materia prima che si trova al centro del boom delle infrastrutture nell’intero continente Africano.

Africa Occidentale

Il 2015 in Africa, Bye-Bye Ebola, benvenuta Democrazia

Burkina Faso: il popolo si e’ espresso C’è stato un momento in settembre, quando sembrava che la rivoluzione popolare del Burkina Faso era alla fine. Il generale Gilbert Diendéré, capo della

Politica

Può l’Europa sfidare la Cina in Africa?

Quando il premier cinese Xi Jinping ha svelato il suo piano da 60 miliardi di dollari per l’Africa al recente vertice Cina-Africa ha sottolineato quanto sia diventata forte la relazione di Pechino