Le case automobilistiche tedesche vedono un enorme potenziale nel mercato africano

Le case automobilistiche tedesche vedono un enorme potenziale nel mercato africano

Nel 2019 quasi 870.000 nuove autovetture sono state vendute in Africa, 62.000 delle quali sono state esportate direttamente dalla Germania in Africa. Tuttavia, il Sudafrica è rimasto il mercato più importante, assorbendo quasi la metà di tutte le esportazioni tedesche.

Per quanto riguarda la produzione, l’intero continente ha prodotto circa 787.000 autovetture, di cui 349.000 o il 44% prodotte in Sudafrica. Le case automobilistiche tedesche con sede in Sudafrica hanno prodotto 317.000 autovetture nel 2019, il che significa che poco più del 90% di tutte le autovetture prodotte in Sudafrica è fatto da costruttori tedeschi.

Di conseguenza, i produttori tedeschi di autoveicoli vedono il continente africano come un mercato unito con un enorme potenziale di crescita futura. Sulla base di questa valutazione, l’associazione tedesca dell’industria automobilistica (VDA) ha appena unito le forze con l’associazione africana dei produttori di automobili nell’ambito del progetto PartnerAfrica promosso dal governo tedesco.

Il presidente dell’associazione automobilistica tedesca, Hildegard Müller, ha dichiarato: “Apprezziamo molto la nostra partnership con l’AAAM, poiché la VDA intende aumentare il suo coinvolgimento in Africa. Con il progetto congiunto, VDA e AAAM perseguono l’obiettivo di creare migliori condizioni per una fiorente industria automobilistica nel continente africano, al fine di aumentare la crescita economica e il benessere in Africa e consentire alle aziende tedesche e africane associate di partecipare alla crescita del mercato e favorire il commercio e gli investimenti win-win tra Europa e Africa.”

“Questo impegno della VDA e dell’AAAM è un contributo significativo alla crescita e alla prosperità in Africa, sostenuto dagli investimenti dei produttori e dei fornitori di automobili in questo continente emergente”, ha continuato.

Un cluster interno per la partnership dell’associazione presso la sede centrale della VDs a Berlino e due uffici di progetto in Sudafrica e Ghana sono ora responsabili dell’implementazione del progetto e del supporto dei contatti diretti locali per i membri e i partner.

Il partenariato non si concentrerà solo sulla produzione di automobili, ma coprirà anche aree come l’energia, e-fuels e la mobilità digitale con l’obiettivo finale di rafforzare lo sviluppo locale, aumentare i volumi commerciali, incrementare gli investimenti e aprire l’accesso al mercato sia per i produttori che per i fornitori.

Gli obiettivi a lungo termine si basano sulla valutazione che l’attuale proprietà media di veicoli del continente è di soli 45 veicoli per 1000 persone, notevolmente inferiore alla media globale di 203 veicoli per 1000 persone.

La previsione di vendita stimata di nuovi veicoli leggeri in Africa sarà di 1,8 milioni nel 2027. Questo è il doppio del volume di mercato del 2019. Dave Coffey, l’amministratore delegato di AAAM ha detto: “I nostri esperti stimano che il mercato africano dei nuovi veicoli può crescere inizialmente a 3 milioni entro il 2035, con un potenziale di 5 milioni, implementando politiche ed ecosistemi automobilistici efficaci. Siamo entusiasti della nostra partnership con la VDA in quanto fornirà competenze, risorse e una forte rete che faciliterà lo sviluppo dell’industria automobilistica in Africa”.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Uganda

Tanzania: il porto di Dar es Salaam punta a 25 milioni di tonnellate di carico entro il 2025

Il porto di Dar es Salaam gestisce attualmente più del 90% del volume di importazioni ed esportazioni della Tanzania. Un’infrastruttura vitale nella strategia di sviluppo nazionale, beneficia attualmente di un

Economia

Ruanda: la fabbrica di cavi elettrici del Nyanza entrerà in funzione a giugno

Il Ruanda comincia a dotarsi dei mezzi per raggiungere l’accesso universale all’elettricità nel 2024. Una delle decisioni prese in questo quadro è la fabbricazione locale di alcune attrezzature, compresi i

Energia

Uganda, indecisioni e errori strategici colpiscono il sogno petrolifero del paese

Mentre l’Uganda attende la decisione finale di investimento per il suo progetto petrolifero prevista per questo mese, anni di indecisione da parte del governo sono costati al paese e ai