Africa: 5 miliardi di dollari per la Grande Muraglia Verde

Africa: 5 miliardi di dollari per la Grande Muraglia Verde

Come diverse istituzioni finanziarie internazionali, la Banca Mondiale si sta impegnando con 5 miliardi di dollari per la realizzazione dell’iniziativa della Grande Muraglia Verde lanciata nel 2007 dall’Unione Africana.

Gli impegni vanno avanti per l’effettiva attuazione dell’iniziativa della Grande Muraglia Verde. Dopo la Banca africana di sviluppo (AfDB) e l’Agenzia francese di sviluppo (AFD), è ora il turno della Banca mondiale di interessarsi finalmente a questa iniziativa lanciata dal 2007 dall’Unione africana.

L’istituzione finanziaria con sede a Washington (Stati Uniti) mobiliterà 5 miliardi di dollari in 5 anni per ripristinare i territori degradati, migliorare la produttività agricola e rafforzare i mezzi di sussistenza delle popolazioni nella zona del megaprogetto.

L’iniziativa della Grande Muraglia Verde creerà un corridoio verde largo 15 km attraverso il continente africano, attraversando 7.800 km del continente attraverso 11 paesi (Gambia, Senegal, Mauritania, Mali, Niger, Nigeria, Ciad, Sudan, Etiopia, Eritrea e Gibuti). Il finanziamento della Banca Mondiale, “che arriva in un momento cruciale, aiuterà a migliorare i mezzi di sussistenza nei paesi che si stanno riprendendo da Covid-19 mentre affrontano le conseguenze della perdita di biodiversità e del cambiamento climatico sulle loro persone ed economie “, dice David Malpass, Presidente del Gruppo della Banca Mondiale.

Il contributo dello strumento Progreen

Come altri leader delle principali banche di sviluppo, David Malpass ha partecipato al One Planet Summit, che ha dato nuova linfa all’iniziativa della Grande Muraglia Verde. Secondo la Banca Mondiale, nell’ambito di questa iniziativa, i 5 miliardi di dollari che distribuirà in 5 anni permetteranno lo sviluppo delle comunità, la sicurezza alimentare, il ripristino del paesaggio, la creazione di posti di lavoro, la costruzione di infrastrutture resistenti al clima, la mobilità rurale e l’accesso alle energie rinnovabili in 11 paesi del Sahel, del Lago Ciad e del Corno d’Africa.

Oltre a questo finanziamento, la sua struttura Progreen investirà 14,5 milioni di dollari per combattere il degrado della terra in cinque paesi del Sahel: Niger, Mali, Burkina Faso, Ciad e Mauritania. Questo fondo fiduciario della Banca Mondiale sosterrà così gli obiettivi dell’iniziativa Great Green Wall.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Centrale

Orange e Engie, una nuova partnership per l’energia in Africa

Orange e Engie firmano un accordo per lo sviluppo dell’elettrificazione rurale e per ottimizzare la fornitura di energia per le infrastrutture di telecomunicazione in Africa Grazie a questo accordo, Orange e

Politica

Tanzania: Il nuovo presidente riapre tutti i media chiusi da John Magufuli

Avendo sostituito John Magufuli, morto il mese scorso, Samia Suluhu Hassan, il nuovo presidente tanzaniano, sembra voler marcare una differenza totale dal suo predecessore. Questo in molte aree, compresa la

Sud Africa

Africa – La nuova corsa all’oro, Hotel

Le principali catene alberghiere internazionali stanno preparando migliaia di nuove camere in Africa, desiderose di espandersi  nel continente, senza perdere l’opportunità data dalla rapida crescita. Secondo la CNN, da Lagos e