L’Uganda approvata la valutazione di impatto ambientale dell’oleodotto EACOP

L’Uganda approvata la valutazione di impatto ambientale dell’oleodotto EACOP

Il 3 dicembre Kampala ha convalidato lo studio di impatto ambientale dell’oleodotto di 296 km che attraverserà il suo territorio per trasportare il suo petrolio verso i mercati internazionali, attraverso il porto di Tanga in Tanzania. Si tratta di un passo importante che porterà all’inizio della costruzione il prossimo anno.

Il governo ugandese ha approvato la valutazione di impatto ambientale per la sezione ugandese dell’oleodotto che porterà il greggio dai giacimenti di Kingfisher e Tilenga al porto di Tanga in Tanzania. Questo tratto rappresenta circa 296 km della lunghezza totale dell’infrastruttura di 1.443 km.

L’autorità nazionale di gestione ambientale ha quindi rilasciato un certificato di approvazione a Total, il gestore del progetto, che prevede di prendere la decisione finale di investimento nel primo trimestre del prossimo anno. L’effettiva costruzione del gasdotto dovrebbe iniziare nella prima metà del prossimo anno.

Il lavoro costerà 3,5 miliardi di dollari e sarà realizzato in collaborazione con il CNOOC, partner cinese di Total, e i governi dei due paesi ospitanti. Attraverso il progetto di sviluppo a monte, l’Uganda monetizzerà più di 6 miliardi di barili a partire dal 2023 o 2024.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Occidentale

Rockefeller Foundation e IFC per raccogliere 2 miliardi di dollari per le energie rinnovabili in Africa

La Rockfeller Foundation ha annunciato a giugno una partnership con l’IKEA Foundation per un fondo per il clima da 1 miliardo di dollari. La transizione energetica ha appena ricevuto il

Africa del Sud

IFC investe 24 milioni di dollari in Bolt per l’espansione nei mercati emergenti

Bolt, il temibile concorrente di Uber, ha ricevuto 24 milioni di dollari dalla International Finance Corporation (IFC) per espandere i suoi servizi in Africa e nell’Europa orientale. TechCrunch riporta che

Africa Orientale

Tanzania, Magufuli vince con la promessa di riformare il settore O&G

John Magufuli, il candidato del partito di maggioranza, ha vinto le elezioni in Tanzania, promettendo di accelerare lo sviluppo della nascente industria e di riformare il settore del gas naturale del paese. Magufuli, 55,