Somalia – Scheda paese

Somalia – Scheda paese

Nonostante la mancanza di un governo nazionale efficace, la Somalia mantiene un’economia informale basata in gran parte sul bestiame, sulle aziende di trasferimento di rimesse dall’estero e sulle telecomunicazioni. Il governo somalo non è in grado di riscuotere le imposte interne e il debito estero – per lo più in arretrato – è stato stimato a circa il 77% del PIL nel 2017.

L’agricoltura è il settore più importante, con il bestiame che normalmente rappresenta circa il 40% del PIL e più del 50% dei proventi delle esportazioni.

I nomadi e i semi-pastorali, che dipendono dal bestiame per il loro sostentamento, costituiscono una larga parte della popolazione. Si stima che l’attività economica sia aumentata del 2,4% nel 2017 a causa della crescita del settore agricolo, delle costruzioni e delle telecomunicazioni. Il piccolo settore industriale somalo, basato sulla lavorazione dei prodotti agricoli, è stato in gran parte saccheggiato e i macchinari sono stati venduti come rottami.

Negli ultimi anni, la capitale della Somalia, Mogadiscio, ha assistito allo sviluppo delle prime stazioni di servizio della città, dei supermercati e dei voli aerei verso la Turchia dopo il crollo dell’autorità centrale nel 1991.

Il mercato principale di Mogadiscio offre una varietà di prodotti che vanno dal cibo ai gadget elettronici. Gli hotel continuano ad operare e sono supportati da milizie della sicurezza privata.

La crescita economica formale deve ancora espandersi al di fuori di Mogadiscio e di alcune capitali regionali e, all’interno della città, le preoccupazioni per la sicurezza dominano gli affari.

Le aziende di telecomunicazioni forniscono servizi wireless nella maggior parte delle principali città e offrono le tariffe di chiamata internazionale più basse del continente.

In mancanza di un settore bancario formale, i servizi di trasferimento di denaro/remittenza sono germogliati in tutto il paese, gestendo ogni anno fino a 1,6 miliardi di dollari di rimesse, anche se le preoccupazioni internazionali sui trasferimenti di denaro in Somalia continuano a minacciare la capacità di questi servizi di operare nelle nazioni occidentali.

Nel 2017, la Somalia ha eletto un nuovo presidente e ha raccolto un importo record di aiuti e investimenti esteri, un segnale positivo per la ripresa economica.

Link utili

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 542 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Scheda Paese

Cameroon – Scheda Paese

Il PIL pro-capite (PPA) del Camerun era stimato in 2.338 $ nel 2012[3]. I principali mercati delle esportazioni sono Francia, Italia, Corea del Sud, Spagna e Regno Unito. Camerun fa

Togo

Togo – Scheda Paese

Il PIL è cresciuto nel 2014 del 5,5%, confermando le stime, ed è destinato a crescere del 5,7% nel 2015 e del 5,9% nel 2016, grazie agli investimenti in infrastrutture

Somalia

Somalia: un consorzio anglo-turco firma un accordo per la costruzione e la gestione del porto di Hobyo

Il governo dello Stato di Galmudug in Somalia ha firmato un accordo con Oriental Terminal – un consorzio di società turche, britanniche e somale – per costruire e gestire un