Ruanda: Il Kigali Financial Center

Ruanda: Il Kigali Financial Center

Il Kigali International FinancialCentre (KIFC) ha ricevuto molta attenzione da aprte della stampa negli ultimi mesi con grandi aspettative sul suo ruolo nello sviluppo economico del Paese.

Tuttavia, esistono ancora domande sul Centro, sulle sue ambizioni e sulle istituzioni affiliate. Di seguito sono riportati i punti chiave sul centro e sulle sue attività.

Il Kigali International Financial Centre (KIFC), è un’iniziativa che cerca di posizionare il Ruanda come giurisdizione finanziaria preferita per gli investimenti in Africa, oltre a riformare l’industria nazionale.
Secondo Adelit Nsabimana, il consulente tecnico di Rwanda Finance Limited, KIFC è una concentrazione di servizi finanziari, non un luogo fisico.

“È composto da istituzioni come banche, fornitori di servizi aziendali come avvocati e commercialisti, investitori privati e family office, autorità di regolamentazione del settore finanziario e il Conservatore del registro delle imprese in Ruanda, tra gli altri soggetti interessati”, ha dichiarato.

Rwanda Finance Limited (RFL) è un’agenzia privata la cui responsabilità è quella di promuovere e sviluppare il Kigali International Financial Centre.
La missione di Rwanda Finance Limited è quella di lavorare con gli attori del settore dei servizi finanziari, comprendere le loro esigenze, le loro sfide, e poi impegnarsi con i formulatori di politiche per affrontarle. Rwanda Finance guida anche lo sviluppo di competenze per il settore.

Per realizzare le ambizioni desiderate del KIFC, gli esperti affermano che esso richiede, tra le altre cose, di avere un ecosistema di investimenti e di business sicuro e favorevole.

Le ambizioni, secondo Nsabimana, richiedono la creazione di un quadro giuridico e normativo solido, conforme e attraente per gli investimenti, la definizione di una politica fiscale efficiente e stabile, nonché lo sviluppo di una forza lavoro qualificata.

Altri fattori chiave includono un regime fiscale flessibile, disposizioni per il rimpatrio dei capitali per evitare la doppia imposizione, nonché un quadro normativo che rifletta gli standard globali.

Michele Umurungi, Senior Policy and Strategy Analyst di Rwanda Finance Limited, ha affermato che è necessario che un paese abbia una elevata qualità di vita in modo che i professionisti possano scegliere il paese come base operativa.

Un vivace centro finanziario può essere un catalizzatore di sviluppo per qualsiasi paese. Tra i principali vantaggi che hanno un effetto di trascinamento sull’economia, vi sono la creazione di alternative per la mobilitazione del capitale e la riduzione dell’eccessiva dipendenza dalle vie tradizionali.

Come in altri paesi che hanno sviluppato IFC come Singapore, anche questo porterà ad un aumento della qualità dei posti di lavoro e allo sviluppo di competenze specialistiche, oltre a un gettito fiscale aggiuntivo per il governo.

Il Kigali International Finance Centre non si rivolge solo agli investitori internazionali, ma anche agli investitori e alle imprese ruandesi.

“I ruandesi possono e devono essere coinvolti: se lei è un imprenditore, non cerchi altrove che il Ruanda come base per la sua holding o per i suoi fondi d’investimento. Stiamo creando una base per lei”, ha detto Umurungi.
Jackson Rugambwa, analista delle politiche fiscali di Rwanda Finance, ha aggiunto che spesso ci sono percezioni errate secondo cui i centri finanziari internazionali si rivolgono solo ad operatori internazionali.

“La verità è che può essere utilizzato da operatori regionali e da operatori locali. Per KIFC, abbiamo progettato politiche, programmi e strutture. Stiamo incoraggiando i giocatori locali a ristrutturare i loro marchi per beneficiare degli incentivi, qui in Ruanda”, ha dichiarato.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Economia

Mozambico, la nuova destinazione per gli investimenti immobiliari?

Il Fondo Monetario Internazionale ha previsto per il Mozambico una crescita reale del PIL del 5,5% quest’anno, rispetto al 2,1% del 2019. La Banca Mondiale prevede una ripresa della crescita

Nigeria

Nigeria: SunTrust la prima banca africana on line

Il miliardario nigeriano Aliko Dangote ha lanciato ufficialmente il 15 agosto, la prima banca completamente digitale in Nigeria per offrire servizi bancari agli oltre 40 milioni di persone escluse dal sistema bancario tradizionale. Denominata

Economia

Europa e USA guidano gli FDI in Africa, la Cina guarda altrove

Molto e’ stato detto e scritto sul crescente interesse della Cina in Africa e degli investimenti cinesi nel continente. Certo, la Cina ha speso somme ingenti in Africa, prevalentemente su