Il Kenya supera l’Angola diventando la terza economia dell’Africa subsahariana

Il Kenya supera l’Angola diventando la terza economia dell’Africa subsahariana

Il Kenya ha superato l’Angola diventando la terza economia dell’Africa subsahariana, secondo le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale (FMI).
L’economia più grande dell’Africa orientale, che è stata la quarta economia più grande dell’Africa sub-sahariana, ha superato l’Angola per diventare la terza economia in termini di dollari.
Il Kenya è ora dietro a Nigeria e il Sudafrica.
Bloomberg riferisce che l’Angola ha subito una contrazione a partire dal 2016 con il calo della produzione di petrolio, e che il kwanza è stato svalutato nel 2019, mentre lo scellino del Kenya è rimasto stabile.
La pandemia di coronavirus e le restrizioni per limitarne la diffusione vedranno probabilmente il prodotto interno lordo dell’Angola contrarsi dell’1,4% nel 2020, mentre quello del Kenya dovrebbe crescere dell’1%, secondo il rapporto del FMI.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 620 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Sub Sahariana

Gli stati uniti preparano un Road Show per lanciare gli investimenti in Africa

Gli Stati Uniti lanceranno un Road Show per promuovere gli investimenti in Africa. Il road Show e’ stato annunciato durante il  Global Entrepreneurship Summit in Kenya, Nairobi da Penny Pritzker

Tanzania

Tanzania: Il FMI certifica la sostenibilità del debito pubblico

Il debito nazionale è sostenibile, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha detto, sollecitando il governo del presidente John Magufuli a valutare l’emissione di nuove garanzie per prestiti, tanto a condizioni agevolate

Africa Orientale

Somalia: L’investimento di Trafigura nel Somaliland è una vittoria per l’Etiopia

Sullo sfondo di un’esplosione della domanda di idrocarburi, il trader svizzero Trafigura ha firmato un contratto con il Somaliland per la fornitura e gli investimenti nelle infrastrutture portuali. La corsa