Tanzania: ferrovia, contratto da 1.2 Miliardi

Tanzania: ferrovia, contratto da 1.2 Miliardi

La Tanzania ha firmato un contratto del valore di $ 1.215 miliardi di dollari con un consorzio di imprese turche e portoghesi per la costruzione di una linea ferroviaria da 300 chilometri, parte dei piani del paese per incrementare il commercio con i paesi confinanti senza accesso al mare.

In totale, la Tanzania vuole costruire una rete ferroviaria di 2.561 km a scartamento standard per collegare il suo principale porto sull’Oceano Indiano di Dar es Salaam con l’entroterra orientale e meridionale.

Il porto serve un vasto entroterra, la parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, lo Zambia, il Ruanda, il Burundi e l’Uganda.

In una dichiarazione, la società’ statale Reli Holding Company Ltd (RAHCO), ha affermato di aver firmato un accordo con una joint venture far la società turca Yapi Merkezi e la portoghese Mota-Engil Engenharia e Construção África, S.A.

L’azienda ha detto che la costruzione della linea ferroviaria inizierà il mese prossimo e richiederà 30 mesi per il completamento.

Essa non ha fornito dettagli su come il progetto di infrastruttura sarebbe finanziata, ma lo scorso luglio la Tanzania ha detto di aver ottenuto un prestito di $ 7.6 miliardi della Cina Export-Import Bank (Exim) per costruire parte della nuova rete ferroviaria.

I funzionari del governo della Tanzania ha detto che 40 aziende straniere avevano inizialmente manifestato interesse per il progetto, ma solo il consorzio turco-Portoghese ha presentato un’offerta ed è stata accettata.

RAHCO detto i vincitori delle offerte per altre quattro gare d’appalto per la costruzione di ulteriori linee ferroviarie a scartamento normale che copre circa 1.000 km saranno annunciati nel mese di aprile.

Il mese scorso la Tanzania ha anche chiesto un prestito alla Export Credit Bank of Turkey (Eximbank) per contribuire a finanziare 400 km della nuova linea ferroviaria.

Il presidente John Magufuli ha fatto la richiesta di finanziamento durante la visita il presidente turco Tayyip Erdogan a Dar es Salaam.

Negli ultimi anni la Turchia ha cercato di approfondire i legami commerciali con l’Africa ed  espandere la sua influenza in un continente in cui la Cina e donatori tradizionali come la Gran Bretagna, la Francia e l’Unione europea hanno una forte presenza.

Fonti del governo della Tanzania hanno detto che le imprese cinesi probabilmente otterranno appalti per la costruzione di altre sezioni della linea ferroviaria.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Uganda: L’invidiabile posizione del paese in materia energetica

Il governo ugandese si trova in una invidiabile posizione per approfittare degli interessi contrastanti nella regione per sfruttare le proprie risorse energetiche. La Tanzania Petroleum Development Corp. ha annunciato il 7 marzo

Economia

Brexit, le conseguenze per la East African Community

Le economie dell’Africa orientale stanno valutando le conseguenze del voto della Gran Bretagna la scorsa settimana per lasciare l’Unione europea. Le banche centrali hanno dichiarato che devono monitorare l’impatto immediato del

Tanzania

La Tanzania ribadisce il suo impegno a costruire 200 MW di centrali geotermiche entro il 2025

La Tanzania ha deciso di sfruttare le sue risorse di energia geotermica per aumentare la sua capacità elettrica. Il paese ha quindi istituito nel 2013 la Tanzania Geothermal Development Company