Ghana, Eni sta valutando un investimento nel solare

Ghana, Eni sta valutando un investimento nel solare

Eni sta valutando di investire nel settore delle energie rinnovabili in Ghana. L’azienda italiana e l’Autorità per lo sviluppo di Savannah Accelerated (SADA) valuteranno la fattibilità tecnica ed economica di un impianto solare da 20 a 50 MW nel Nord della Savannah Ecological Zone del Ghana.
SADA è un ente pubblico indipendente e autonomo, con il mandato di fornire un quadro per lo sviluppo globale e a lungo termine del Savannah Ecological Zone del Nord (NSEZ). Il SADAPromuove lo sviluppo agricolo e industriale per ridurre la povertà e colmare il divario tra la parte settentrionale del paese e il sud. Conti Il SADA rappresenta circa il 54,4% della superficie totale del Ghana ed è dotato di enormi potenzialità, non sfruttate in termini di energia solare.

Sorgente: Alternative Energy Africa

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 538 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa del Sud

Digital Yuan, il futuro della cryptovaluta in Africa

C’è un crescente disagio a Washington che il lancio del mese scorso di un nuovo yuan digitale cinese minaccia la preminenza del dollaro come valuta di riserva del mondo. Domande

Africa del Sud

La Cina diventa cauta sui prestiti all’Africa tra i timori del COVID e default

Le pressioni economiche dovute alla pandemia costringeranno la Cina a limitare ulteriormente i prestiti ai progetti della cintura e della strada, dice l’analista Pechino sarà più prudente ma alcuni prestiti

Africa del Sud

Africa: 2020 un anno perso per le relazioni con la UE

C’era un senso di ottimismo sul rapporto dell’Unione Europea con il continente africano nel marzo 2020 quando il commissario allo sviluppo dell’UE Jutta Urpilainen e l’alto rappresentante dell’UE Josep Borrell