Rwanda, al primo posto per accesso al credito

Rwanda, al primo posto per accesso al credito

Il Rwanda si classifica in testa ala classifica per accesso al credito in Africa sub-sahariana, seguita da Kenya e Zambia, secondo un rapporto dell’Istituto dei Dottori Commercialisti in Inghilterra e Galles (ICAEW) e della Oxford Economics dal titolo Economic Insight Africa.

Secondo il rapporto, lo Zambia è arrivato secondo, seguito dal Kenya, Ghana, Mauritius, Uganda, Namibia, Nigeria, Sud Africa, Botswana, Zimbabwe, Costa d’Avorio, Tanzania, Etiopia e Angola. Il Rwanda ha attuato varie riforme per migliorare l’accesso al credito negli ultimi sei anni.

Limite ai tassi di interesse.

Il ranking del Kenya è dovuto grazie alla sua legge che vieta alle banche di prestare a tassi più elevati di quattro percentuale rispetto al tasso della Banca centrale.

“Il limite ai tassi di interesse in Kenya avvantaggia i clienti mantenendo, nonché stimolando una maggiore concorrenza tra le banche”, ha detto Michael Armstrong, direttore regionale ICAEW per il Medio Oriente, l’Africa e l’Asia meridionale.

Nel complesso, l’Africa sub-sahariana ottiene un punteggio relativamente basso rispetto ad altre regioni in termini di accesso al credito, con una distanza rispetto al target del Distance to Frontier (DTF) di 35,9.

Il punteggio DTF misura il divario tra le prestazioni di un’economia e le migliori pratiche per l’intero campione. Ad un punteggio più basso, corrisponde un peggiore è l’accesso al credito.

 

Fonte: Africa: Rwanda Ranks High On Credit Access

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Orientale

Gli ugandesi non hanno ancora abbracciato il “Made in Uganda

Più di 10 anni fa, l’Uganda ha iniziato la stesura della legislazione e della documentazione relativa alle politiche per avviare la crescita dell’industria tessile locale. Ciò faceva parte di un’iniziativa

Africa Occidentale

Africa: 2020 un anno perso per le relazioni con la UE

C’era un senso di ottimismo sul rapporto dell’Unione Europea con il continente africano nel marzo 2020 quando il commissario allo sviluppo dell’UE Jutta Urpilainen e l’alto rappresentante dell’UE Josep Borrell

Mozambico

Mozambico: Rilanciare un’economia in difficolta’

Il Mozambico è attualmente afflitto da gravi problemi economici. La sua moneta è precipitata, diventando la terza peggior performer del mondo, ed il paese ha dovuto fare ricorso al Fondo monetario internazionale (FMI)