La Tanzania pianifica un gasdotto verso l’Uganda

La Tanzania pianifica un gasdotto verso l’Uganda

Il governo della Tanzania ha dichiarato Mercoledì che sta progettando di costruire un gasdotto per la fornitura di gas naturale verso la vicina Uganda, per esportare parte delle enormi riserve di gas off-shore scoperti negli ultimi anni.

L’Africa orientale è un nuovo hotspot per l’esplorazione degli idrocarburi, dopo che notevoli giacimenti di petrolio sono stati trovati in Uganda e importanti riserve di gas sono state scoperte in Tanzania e Mozambico.

Il gasdotto è l’ultima mossa per consolidare i legami commerciali tra la Tanzania e l’Uganda, che ha annunciato il mese scorso che avrebbe trasportato il suo petrolio greggio con un oleodotto attraverso la Tanzania fino al  porto di Tanga.

“Molti paesi dell’Africa orientale hanno chiesto di acquistare il gas dalla Tanzania … per cominciare, il governo progetta di costruire un gasdotto verso l’Uganda,” ha detto in una dichiarazione il ministero dell’energia e minerali della Tanzania.

La Tanzania ha annunciato nel mese di febbraio che ha scoperto ulteriori 2,17 miliardi di piedi cubi (TCF) di possibili giacimenti di gas naturale in un giacimento onshore, aumentando le sue riserve di gas naturale a oltre 57 TCF.

I funzionari hanno detto che il governo era già in cerca di finanziamenti per il progetto, ma non ha rivelato quanto sarebbe costato.

I tempi per il progetto dipenderà dalla disponibilità di fondi, ma i lavori dovrebbero iniziare subito dopo che il finanziamento sarà finalizzato.

La Tanzania lo scorso anno ha commissionato 532 km (330 miglia) di gasdotti e impianti di trasformazioni del gas proveniente dai giacimenti di gas nel sud del paese verso la sua capitale commerciale Dar es Salaam, finanziato con un prestito cinese da 1,2 miliardi di dollari.

La maggior parte delle scoperte di gas in Tanzania sono state effettuate in mare aperto, giacimenti di alto fondale a sud del paese, nei pressi del sito del previsto impianto di liquefazione del gas.

BG Group, acquisita da Royal Dutch Shell, insieme a Statoil, Exxon Mobil e Ophir Energy hanno pianificato la costruzione del terminale LNG di esportazione onshore nella città meridionale della Tanzania di Lindi, in partnership con la società statale Tanzania Petroleum Development Corp (TPDC).

Sorgente: Tanzania plans gas pipeline to Uganda | News by Country | Reuters

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 612 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Cameroon

Camerun: un nuovo DG per continuare la costruzione della diga di Nachtigal, bloccata da tensioni sociali

La Nachtigal Hydro Power Company sta affrontando, da diversi mesi, interminabili scioperi dei dipendenti che stanno ritardando il progresso di un progetto strategico per l’economia camerunese. La diga di Nachtigal,

Ghana

Uber cresce in Africa grazie alla domanda di mezzi di trasporto alternativi

Uber Technologies Inc. prevede di iniziare ad operare in tre nuovi paesi africani entro la fine del mese di giugno, estendendone la copertura due anni e mezzo dopo l’introduzione del suo

Energia

Sud Africa: Enel Green Power inaugura la Wind Farm da 140 Mw di Nxuba

Enel Green Power immette ora 140 MW nella rete elettrica della società pubblica sudafricana Eskom grazie al suo nuovo parco eolico. L’impianto di Nxuba (Provincia del Capo Orientale) è stato