Madagascar – Scheda Paese

170px Madagascar Carte
170px Madagascar Carte

A partire dal 2009 una crisi politica e sociale ha fatto sì che il 2014 sia stato un anno decisivo per il Madagascar, con un nuovo presidente eletto, un nuovo parlamento e un nuovo governo insediato, consentendo in tal modo il paese di ricongiungersi alla comunità internazionale.

Questo progresso non è ancora stato compensato da un miglioramento del rendimento economico e sociale. La crescita è rimasta stagnante nel 2014 (3%, in leggero aumento dal 2,4% nel 2013) a causa di un piccolo miglioramento della governance, la scarsità di energia e finanziamenti esteri in ritardato, unita ad una mancanza di finanziamenti nazionali e gli investimenti privati ​​a causa di un clima economico in peggioramento.

La crescita è stata trainata (come nel 2013) principalmente dalle industrie estrattive, l’agroindustria, le banche, i trasporti, l’allevamento e la pesca. L’inflazione è stata del 6%, principalmente a causa dei prezzi dell’energia e dei beni importati. Il deficit di bilancio è stato stimato al 2% del prodotto interno lordo (PIL), in calo dal 4% nel 2013. Il disavanzo delle partite correnti si è ridotto al 2,3% del PIL (dal 5,4% nel 2013) grazie alle esportazioni e importazioni costanti. La crescita dovrebbe essere solo leggermente superiore (al 4%) nel 2015 tenuto conto del contesto elettorale, i vincoli di governance, la scarsità di energia, e le inondazioni che hanno danneggiato le coltivazioni agricole e le infrastrutture. La crescita potrebbe raggiungere il 5,1% nel 2016, contribuendo a ridurre la povertà e la disoccupazione, grazie a riforme della governance, una migliore clima imprenditoriale e prestazioni robuste dalle industrie estrattive, agroindustria, bancario, dei trasporti, del turismo, delle costruzioni, del bestiame e della pesca.

La crescita lenta negli anni della crisi, il malgoverno, un calo della forza lavoro e dei servizi sociali hanno peggiorato la situazione della maggior parte dei cittadini. L’estrema povertà superiore al 53% e le disparità regionali acute, mettono a repentaglio gli sforzi per la costruzione della stabilità e il raggiungimento  della riconciliazione nazionale. Il programma di riduzione della povertà e rilancio dello sviluppo –  attraverso le politiche del governo,il  national development plan (PND) e i progressi verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) e colloqui in agenda post-2015 – aiuteranno le nuove autorità ad affrontare queste sfide e mettere il paese su un percorso di sviluppo più ampio e più sostenibile.

La geografia economica del Madagascar comprende sia un divario urbano-rurale e disparità regionali, il che significa minori opportunità economiche, infrastrutture economiche e l’accesso ai servizi sociali di base, con il conseguente rischio di tensioni spaziale tra le aree urbane e il resto del paese. Le politiche del governo incentrati sullo sviluppo regionale, uso del suolo e il decentramento sono state adottate o sono in corso di elaborazione. La loro attuazione dovrebbe ridurre gradualmente tali rischi.

Per quanto riguarda l’interscambio con l’Italia, l’Italia ha esportato nel 2014 merci per 14,105 milioni di Euro, mentre ha importato merci per 1,318 milioni. L’italia ha esportato prevalentemente macchinari e altre macchine di impiego speciale e Prodotti da forno e farinacei, mentre ha importato prodotti agricoli, e cuoio.

Link utili

Approfondisci

Articoli Recenti

Ultimi Articoli - Madagascar – Scheda Paese

L’Uganda si rivolge alla Tanzania per l’importazione di petrolio: la svolta strategica di Museveni e le implicazioni per il Kenya

"Grande svolta nell'importazione di petrolio: l'Uganda punta alla Tanzania, con implicazioni significative per l'economia regionale. Scopri di più sulle nuove dinamiche energetiche e geopolitiche in Africa orientale." #Uganda #Tanzania #Economia #Energia #AfricaOrientale

L’allarme dell’OMS: Urgenti Azioni in Africa Contro la Mortalità da Cancro

Di fronte a un incremento preoccupante dei decessi dovuti al cancro in Africa, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha sollecitato il continente a correre...

Madagascar: Habibo Beverages diventa imbottigliatore esclusivo per Coca-Cola

Nel settore delle bevande a Madagascar, l'anno 2022 ha segnato un cambiamento significativo nel paesaggio distributivo e produttivo delle bibite gassate, con la fine...

Madagascar: la Nuova Normativa UE Rivitalizza il Mercato della Vaniglia

Recentemente, il settore della vaniglia a Madagascar ha tirato un sospiro di sollievo, grazie a un'importante rielaborazione normativa da parte della Commissione Europea. Dopo...

Likoma, Futura Perla del Turismo: Malawi in Corsa per l’Oscar dell’Ospitalità Africana

L'isola di Likoma, incastonata nel cuore dell'Africa nel lago Malawi, si prepara a diventare un faro del turismo continentale grazie a un eccezionale progetto...

Milkor Rivela il Veicolo Corazzato 4×4 APC: Innovazione e Versatilità al World Defense Show 2024

Nell'ambito dell'edizione del 2024 del World Defense Show, il ramo saudita della compagnia sudafricana di difesa Milkor ha messo in vetrina un modello in...

Cape Town innova: Paga i cittadini per l’energia solare in eccesso e sfida i blackout

La città di Cape Town, guidata dal sindaco Geordin Hill-Lewis, si sta ponendo all'avanguardia in Sud Africa nel campo delle energie rinnovabili. Il sindaco...

Investimenti Cinesi come Volano per l’Infrastruttura e la Crescita in Africa

In un contesto in cui l'Africa si trova a fronteggiare sfide significative in termini di sviluppo infrastrutturale, il ruolo della Cina emerge come catalizzatore...

Piano Mattei: l’Italia apre un nuovo capitolo di cooperazione con l’Africa

L'Italia, con l'intento di rinnovare e intensificare i legami con il continente africano, ha lanciato un progetto ambizioso che mira a creare una sinergia...

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito