Congo Brazzaville – Scheda Paese

Congo Brazzaville – Scheda Paese

La crescita ha raggiunto il 6,0% nel 2014, rispetto al 3,3% nel 2013, trainata dal rimbalzo della produzione di petrolio (il 60% del prodotto interno lordo PIL) e le ottime prestazioni nel settore non petrolifero, sostenuto da continui investimenti pubblici. L’inflazione è scesa dal 4,6% nel 2013 al 3,0% nel 2014 a causa del calo dei prezzi alimentari; essa dovrebbe rimanere entro i limiti della soglia convergenza regionale del 3% nel 2015-16. Riflettendo la continuazione della politica di bilancio espansiva del governo e il calo dei prezzi del petrolio, il deficit fiscale primario di base, escluso il settore petrolifero, e’ cresciuto dal 61,2% del PIL nel 2013 al 74,5% nel 2014, mentre il disavanzo delle partite correnti della bilancia dei pagamenti e’ cresciuto dal 4,7% del PIL nel 2013 al 6,3% nel 2014.

La crescita dovrebbe raggiungere il 6,8% nel 2015 e 7,3% nel 2016, sostenuta dal proseguimento dalla del programma di investimenti pubblici, l’avvio della produzione mineraria e il dinamismo dei settori terziario e agricoli. Tuttavia, il calo dei prezzi del petrolio potrebbe drasticamente indebolire le prospettive del paese.

Il ritmo e la qualità della crescita non sono stati sufficienti a ridurre in modo significativo la povertà, che è scesa dal 50,7% del 2005 al 46,5% nel 2011, ben al di sopra dell’obiettivo del 35% per il 2015 insieme a gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM). Raggiungere gli altri MDG sarà difficile, e le disuguaglianze geografiche rimangono sostanziali. È urgente accelerare la diversificazione dell’economia, in particolare attraverso il miglioramento dell’efficienza degli investimenti pubblici e l’approfondimento delle riforme volte a migliorare il contesto del settore privato per creare rescita che favoriranno l’inserimento territoriale e la riduzione della povertà.

La struttura geoeconomica del paese e il profilo di crescita che genera hanno portato allo sviluppo regionale squilibrato. La concentrazione delle attività economiche e degli investimenti a Brazzaville e Pointe-Noire ha portato a notevoli squilibri geografici, in particolare tra le aree urbane e rurali. L’incidenza della povertà è 74,8% nelle zone rurali, rispetto al 32,3% nelle aree urbane, secondo l’indagine sulle famiglie 2011 congolese (Enquête Congolaise AUPRES desménages, ECOM). Al fine di promuovere l’inclusione spaziale, il governo ha lanciato un programma di municipalizzazione accelerato dieci anni fa, che ha ridotto l’isolamento dei dipartimenti e ha ridotto le disuguaglianze regionali. Nel quadro del suo piano di sviluppo nazionale 2012-16 (PND), il governo sta mettendo in atto politiche pubbliche incentrate sullo sviluppo regionale e la pianificazione territoriale. Tuttavia, il miglioramento della qualità e degli obiettivi delle politiche pubbliche in materia di pianificazione territoriale saranno necessari per raggiungere una maggiore integrazione spaziale.

Per quanto riguarda l’interscambio con l’Italia, l’Italia ha esportato nel 2014 merci per 14,105 milioni di Euro, mentre ha importato merci per 1,318 milioni. L’italia ha esportato prevalentemente macchinari e altre macchine di impiego speciale e Prodotti da forno e farinacei, mentre ha importato prodotti agricoli, e cuoio.

 

Link utili

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 538 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Scheda Paese

Madagascar – Scheda Paese

A partire dal 2009 una crisi politica e sociale ha fatto sì che il 2014 sia stato un anno decisivo per il Madagascar, con un nuovo presidente eletto, un nuovo

Zambia

Zambia – Scheda Paese

L’economia dello Zambia ha avuto prestazioni relativamente buone nella regione nonostante il calo del tasso di crescita. Questo calo è in gran parte il risultato della minore produzione nel settore minerario, rispetto all’anno

Scheda Paese

Guinea – Scheda Paese

La crescita del prodotto interno lordo della Guinea (PIL) si è ridotto dal 2,3% nel 2013 ad un misero 0,6% nel 2014 a causa delle conseguenze dell’epidemia di Ebola, ritardi