Una nuova JV per l’energia idroelettrica in Africa

Una nuova JV per l’energia idroelettrica in Africa

African Investment Managers Infrastructure (AIIM) è entrato in una partnership industriale con Hydroneo Afrique, una società interamente controllata di Mecamidi, un produttore globale e sviluppatore di impianti per piccole e medie centrale idroelettrica, per sviluppare una pipeline di impianti idroelettrici in tutta l’Africa.

La partnership AIIM / Hydroneo faciliterà lo sviluppo di una pipeline di impianti idroelettrici di piccole e medie in Camerun, Costa d’Avorio, Gabon, Ghana e Mozambico.

Le due società intendono stabilire una joint venture 50/50 che si occuperà di sviluppare, finanziare, costruire, possedere e gestire una serie di piccoli e medi impianti idroelettrici in Africa. Con un investimento complessivo di circa $ 500 milioni, questi progetti dovrebbero raggiungere una capacità installata di 200 MW nei prossimi cinque anni.

 

Fonte: New JV Formed for Hydropower in Africa

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 541 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Etiopia: Completata la fase di mobilitazione finanziaria della centrale eolica di Assela con il sostegno danese

In Etiopia, i fondi necessari per la realizzazione della centrale eolica di Assela vengono ora raccolti dalla Danimarca. L’infrastruttura di 100 MW di capacità costerà 146 milioni di euro e

Economia

Mozambico, la nuova destinazione per gli investimenti immobiliari?

Il Fondo Monetario Internazionale ha previsto per il Mozambico una crescita reale del PIL del 5,5% quest’anno, rispetto al 2,1% del 2019. La Banca Mondiale prevede una ripresa della crescita

Repubblica Democratica Del Congo DRC

RDC: Formato consorzio Sino-Spagnolo per la costruzione della diga Inga III

Le aziende cinesi e spagnole scelte dalle autorità congolesi hanno finalmente accettato di formare un consorzio per lo sviluppo del progetto idroelettrico Inga III. Sulla scia di questo accordo, il