Uganda, Tanzania allo studio nuovo oleodotto

Uganda, Tanzania allo studio nuovo oleodotto

Uganda e Tanzania hanno firmato un accordo per esplorare la possibilità di costruire un oleodotto tra i due paesi.

Il presidente ugandese aveva indicato in agosto che un percorso attraverso il Kenya era stato scelto per il suo petrolio, ma l’Uganda ha detto il mese scorso è stato ancora valutando un oleodotto attraverso la Tanzania.

Anche se l’Uganda ha detto in agosto che aveva accettato il percorso del Kenya, Nairobi, sdoveva garantire la sicurezza per il gasdotto, insieme al finanziamento e tariffe più convenienti rispetto alle alternative.

Il percorso del Kenya ha sollevato alcune preoccupazioni perché transiterebbe in una regione nel nord del paese in cui la sicurezza è scarsa, vicino al confine con la Somalia, da dove i militanti islamici hanno lanciato attacchi contro il Kenya.

Senza sbocco al mare l’Uganda è desiderosa di ottenere un gasdotto verso la costa orientale africana per esportare  le sue riserve di greggio, stimate in 6,5 miliardi di barili, al minor costo possibile.
Il comunicato del ministero dichiara che l’accordo quadro ha ad oggetto valutare le potenzialità di sviluppo di un oleodotto di esportazione greggio da Hoima al porto di Tanga, Tanzania,.

L’accordo ė stato firmato  tra la statale Tanzania Petroleum Development Corp, i ministeri ugandesi e tanzaniano  dell’energia e Total E & P Uganda, una unità della francese Total.

Total ha recentemente detto che stava valutando  una possibile scelta della Tanzania per un oleodotto.

La decisione finale sul tracciato del gasdotto è visto come fondamentale per total ,la britannica Tullow Oil e la cinese CNOOC, ad oggi sviluppatori industria petrolifera dell’Uganda, per decidere sui piani di sviluppo del giacimento di petrolio.

Tullow, assieme al suo partner in Africa Oil Corp, ha anche individuato riserve di greggio in Kenya.

L’Uganda ha detto che mirava ad avviare la produzione greggio almeno entro il 2018, anche se la maggior parte degli analisti del settore si aspettano che la produzione commerciale su vasta scala decollerà nel 2020, quando una raffineria nazionale e un oleodotto di esportazione dovrebbero essere completati.

Scegliere un percorso attraverso la Tanzania potrebbe rallentare alcuni progetti in Kenya, che sono previsti dal nord del paese a Lamu, dove il Kenya vuole costruire un nuovo porto per servire la regione.

Sorgente: UPDATE 1-Uganda, Tanzania to study possibility of crude oil pipeline | News by Country | Reuters

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 538 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Nigeria, nuovi incentivi per le rinnovabili

La Nigerian Electricity Regulatory Commissione (NERC) ha approvato nuove norme volte a promuovere gli investimenti nelle fonti di energia rinnovabili. Il governo mira ad un minimo di 2.000 MW di

Tanzania

Sud Africa, Africa, il boom dei centri commerciali

La crescente domanda di centri commerciali, uno più lussuoso dell’altro, appare come un u ulteriore segno della crescita della classe media in Africa. L’aumento del potere d’acquisto e un boom nel

Africa Orientale

Tanzania: Miniere di carbone, 176M per un nuovo progetto minerario ed energetico

La Tanzania ha assegnato una licenza per l’estrazione del carbone alla società inglese Edenville Energy Plc, la società è quotata alla borsa di Londra. Edenville investirà 176 milioni di dollari nel