Ruanda, un alto tasso di successo per le Start-Up

Ruanda, un alto tasso di successo per le Start-Up

Globalmente la maggior parte delle start-up fallisce, ma in Ruanda sembra essere diverso, secondo le statistiche, circa il 90 per cento delle start-up fallisce a livello globale, ma non nel paese.

Julienne Oyler, il direttore esecutivo di African Entrepreneur Collective, che gestisce un gruppo di business accellerator che aiutano a sostenere e amplificare le possibilità di successo delle imprese locali racconta la sua esperienza. “Il Ruanda è un posto davvero ottimo per essere un imprenditore, il governo è incredibilmente favorevole allo sviluppo dell’imprenditorialità e ci sono molti ostacoli che sono stati rimossi, sentiamo che questo è un settore estremamente stimolante e innovativo, il posto dove essere”, ha detto Oyler.

Fin dalla sua istituzione nel 2012, African Entrepreneur Collective ha lavorato con circa 200 start-up, di cui solo sei sono fallite, assolutamente in controtendenza con le statistiche globali. Questo modello ha contribuito a creare circa 700 posti di lavoro in tre anni e la società si aspetta che questo numero crescerà in futuro.

“Prevediamo che nei prossimi cinque anni questo gruppo di imprenditori creerà migliaia di posti di lavoro, siamo decisamente sulla buona strada e molto soddisfatti di questo”

Il modello del African Entrepreneur Collective  è diverso dalla maggior parte degli incubatori, in quanto usa una rete più ampia, Di solito gli acceleratori di business preferiscono prendere un piccolo gruppo di cinque o dieci imprese in un anno, ma “per essere un business di successo, devi svolgere la tua attività e noi seguiamo  i nostri imprenditori dove sono e come stanno facendo business.”

E ‘un business reciprocamente vantaggioso, African Entrepreneur Collective fornisce capitali per queste start-up e ha prestato in totale 250 mila dollari, ma ancora più importante l’acceleratore utilizza un sistema in cui acquista le attrezzature e le affitta ai i suoi clienti , senza richiedere un capitale iniziale come fanno altre istituzioni finanziarie.

Un altro motivo per il suo successo è che cerca di essere più flessibile, consentendo una gestione caso per caso, con un piano di pagamento per ogni azienda

Il Ruanda è classificato 46 nel mondo in termini di facilità di fare affari, secondo i dati della Banca Mondiale, e con un tasso di disoccupazione registrata al 3.4%

 

Fonte : RWANDA IS TURNING GLOBAL START-UP STATS ON THEIR HEAD

 

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Sub Sahariana

La Nigeria rimane la più grande economia dell’Africa, 26ª nel mondo

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha dichiarato che la Nigeria ha mantenuto la sua leadership come la più grande economia dell’Africa, in termini di dimensioni del Prodotto Interno Lordo (PIL)

Tanzania

Tanzania, la Banca Centrale prevede un’economia forte nel 2016

Il governatore della Banca centrale della Tanzania, Benno Ndulu ha previsto che l’economia crescerà di circa il 7 per cento questo anno fiscale e manterrà  una crescita stabile in futuro, essendo l’impatto negativo

Africa Orientale

Africa, il miracolo della crescita dell’Agricoltura

La rivoluzione verde del dopoguerra che ha trasformato l’Asia sembrava aver bypassato l’Africa. Ma tra il 2000 e il 2014 la produzione di grano è triplicata in paesi come l’Etiopia,