Obama “L’Africa è in movimento, corre: la povertà diminuisce, i redditi salgono e la classe media è in crescita”

“La cosa più urgente per l’Africa oggi e per i prossimi decenni è creare nuove opportunità di lavoro per le nuove generazioni“. Lo ha detto il presidente americano Barack Obama intervenendo all’Unione Africa, ad Addis Abeba. “L’Africa fa passi da gigante, sempre più uomini, donne e bambini vivono in una condizione di dignità”, ed ora “il mondo deve cambiare approccio verso l’Africa”, per contribuire a renderlo un continente “ricco, prospero e pacifico”.

Barack Obama e’ atterrato ad Addis Abeba per la seconda tappa del suo tour africano che segna anche la prima visita in Etiopia di un presidente Usa in carica. Oltre agli incontri bilaterali con il primo ministro etiope Hailemariam Desalegn ed il presidente Mulatu Teshome, Obama partecipera’ ad un incontro con leader regionali (Kenya, Sudan, Etiopia, Unione Africana e Uganda) dedicato in particolare su lotta al terrorismo e Sud Sudan. Sulla visita di Obama in Etiopia e’ anche alta l’attenzione delle organizzazioni per la difesa dei diritti umani che sottolineano i metodi del governo etiope nella repressione del dissenso nel Paese “L’Africa è in movimento, corre: la povertà diminuisce, i redditi salgono e la classe media è in crescita”. Lo ha detto Barack Obama ad un platea di imprenditori a Nairobi, secondo quanto riporta la Bbc. Oggi il presidente Usa visiterà il memoriale dell’attentato all’ambasciata Usa del 1998 e avrà un colloquio con il presidente Kenyatta sulla sicurezza. Il Kenya ha “fatto progressi incredibili” negli ultimi dieci anni, “sono fiero di voi”, ha aggiunto. “Quando sono stato a Nairobi dieci anni fa, era una città diversa”, ha sottolineato il presidente americano aggiungendo “ci aspettiamo grandi cose da voi”. L’Africa deve essere “il motore della crescita globale”, ha aggiunto rivolgendo un appello affinché le donne siano più coinvolte nella vita economica del paese. “Se metà della tua squadra non sta giocando, hai un problema”.  E poi una nota più personale: “C’è una ragione per la quale mi chiamo Barack Hussein Obama”.

 

(ANSA)

Sorgente: Obama arrivato in Etiopia, il mondo deve cambiare approccio verso l’Africa – Africa – ANSA.it

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito