SACE – Intesa Sanpaolo – BNP Paribas per CMC Ravenna: € 306 milioni per il progetto della diga di Itare in Kenya

SACE – Intesa Sanpaolo – BNP Paribas per CMC Ravenna: € 306 milioni per il progetto della diga di Itare in Kenya

In occasione della missione del premier Matteo Renzi in Kenya, SACE, Intesa Sanpaolo e BNP Paribas annunciano la finalizzazione dell’operazione di finanziamento del progetto della diga di Itare, del valore complessivo di 306 milioni di euro, realizzato da CMC-Ravenna per conto del National Treasury keniota. Il finanziamento, messo a disposizione da Intesa Sanpaolo e BNP Paribas – che hanno svolto anche il ruolo di Mandated Lead Arranger –  include una tranche interamente garantita da SACE di 270 milioni di euro e una tranche commerciale di 36 milioni di euro. Intesa Sanpaolo assumerà inoltre il ruolo di SACE Agent dell’operazione. Oltre alla costruzione della diga, il progetto prevede la realizzazione del relativo impianto di trattamento delle acque e delle condotte per far affluire l’acqua nelle aree limitrofe (Nakuru Town, Molo, Njoro, Kuresoi e Rongai). Il progetto rientra tra le priorità di “Vision 2030”, l’agenda strategica sviluppata dal Governo keniota per indirizzare gli investimenti pubblici verso obiettivi prioritari dal punto di vista economico-sociale, come la creazione di una rete adeguata di infrastrutture per trasporti, per l’energia e per l’accessibilità all’acqua potabile.

Sorgente: SACE – Intesa Sanpaolo – BNP Paribas per CMC Ravenna: € 306 milioni per il progetto della diga di Itare in Kenya

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 538 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Economia

Il Kenia guarda al mercato europeo per l’esportazione del mango

Il Kenya sta guardando al redditizio mercato dell’Unione Europea per i suoi manghi dopo gli sforzi fatti per migliorare la qualità dei frutti. Il Kenya ha introdotto misure di autoregolamentazione

Somalia

Somalia, riprendono i rapporti con la Banca africana per lo sviluppo

All’inizio del 2020 la Somalia, con il sostegno del governo del Regno Unito e dell’Unione Europea, ha saldato i suoi arretrati nei confronti della Banca Africana di Sviluppo, aprendo la

Africa Orientale

Mozambico, le prospettive sul gas naturale garantiscono un compromesso politico

L’equilibrio del potere economico in Mozambico ha subito un cambiamento importante, riaccendendo insoddisfazione della classe dirigente radicata del paese. Il cambiamento significa che il partito al potere da molto tempo